Direttore
Shorsh Surme
Shorshsurme@yahoo.it

info@hetawikurdistan.it

--------------------------


Leyla Zana
---------------------------


Regista Curdo Yilmaz Güney
**************************

Ruolo delle Donne Curde nella lotta
di Liberazione

*****************************

La questione curda non è piu'
affare di Iran e Tuchia


***************************************


I Medi: Gli antenati dei Curdi
*****************
La Campagna di Al Anfal contro i Curdi
*****************
Kurdistan dell'Iran: Crimini nel silenzio
*************************************
Perlepace.it

*************************************
Intervista con Gianni Vernetti
***************************************
In Iran non c'è solo
la questione Nucleare

************************************
Mortalità infentile:La campagna
Save The Children

*************************
D
iscorso di Obama al Cairo
*********************************
Intervista con Mirella Galletti

****************************

*******************************





 
Rivista Cuturale Curda Hetaw "Sole"
***********************


Castello di Dimdim,
epopea curda di A.Shamilov
******************




Kurdistan.Storia,
economia e risorse,
società e tradizioni,arte e cultura
di Shorsh Surme
Pendragon Editore

****************************


Il primo Dizionario Italiano - Curdo
1878 - Napoli
*****************************

Home Articoli Reggio Calabria: ecco il risultato della campagna di raccolta farmaci e presidi sanitari destinati alla popolazione del Rojava


Reggio Calabria: ecco il risultato della campagna di raccolta farmaci e presidi sanitari destinati alla popolazione del Rojava

sono stati finalmente spediti alla volta di Roma, presso il Centro socioculturale curdo Ararat, tre pacchi,,,,, (di cui due extralarge) pieni di medicine e piccoli dispositivi medici, arrivati al CSOA Angelina Cartella nel corso di due mesi di raccolta, grazie alla collaborazione di tante persone e di tante realtà associative, farmacie e medici del nostro territorio: oltre agli attivisti del Centro sociale Cartella, quelli delle associazioni Magnolia e Il seme e di NonUnadiMeno di Reggio Calabria , del CSC Nuvola Rossa e dell’Ambulatorio di medicina solidale SMAIL di Villa San Giovanni, del Collettivo Autogestito Casarossa40 di Lamezia Terme. Grazie alla rete di solidarietà che si è messa in moto, abbiamo ricevuto materiali sanitari da Campo Calabro e Palmi, da Montebello Jonico e Catanzaro. Appena possibile da Ararat, punto centrale di raccolta di questa iniziativa della Staffetta Sanitaria di Rete Kurdistan, la rete di organizzazioni italiane solidali con la causa curda, e della Mezza Luna Rossa Kurdistan Italia Onlus, i farmaci verranno poi spediti insieme a quelli provenienti da altre parti d’Italia, alle strutture sanitarie delle città e dei campi profughi, in cui risiedono i rifugiati fuggiti dalle aree di guerra di Raqqa e Mosul, della Confederazione Democratica Siriana, come oggi le popolazioni curde, arabe, armene, assire, cecene, turkmene del Rojava nel nord della Siria hanno deciso di ribattezzare la terra in cui abitano e dove stanno sperimentando forme di autogoverno popolare, basato sul pluralismo etnico, culturale e religioso e sull’uguaglianza di genere.
Riteniamo importante, infine, precisare che quanti fra i farmaci pervenuteci non presentavano le caratteristiche richieste nell’appello nazionale verranno donati all’ambulatorio medico della CVX dei padri gesuiti di Reggio Calabria.
Fonte: http://www.strettoweb.com/2017/12/reggio-calabria-ecco-il-risultato-della-campagna-di-raccolta-farmaci-e-presidi-sanitari-destinati-alla-popolazione-del-rojava/635469/